Il consumo corretto di acqua va ben al di là del semplice dissetare. Scopriamo quali sono i sintomi e le cause principali della disidratazione e come prevenirla in maniera efficace.

Quali sono i sintomi della disidratazione?

I primi segni di disidratazione includono sete, mal di testa, perdita di appetito, pelle secca, stanchezza inspiegabile e irritabilità.

Questi sono anche i sintomi più diffusi che i nostri clienti più anziani ci riferiscono nel corso di una valutazione iniziale.

Va detto che già dopo i 50 anni d’età la risposta alla sete si riduce sempre di più. Gli anziani infatti sono la fascia più colpita dalla disidratazione.

L’acqua è la fonte più importante di energia e la disidratazione può portare a sentirsi stanchi e affaticati!

Pertanto il consumo corretto di acqua va ben al di là del semplice dissetare: è fondamentale per il buon funzionamento di tutte le funzioni vitali!

Quali sono gli effetti della disidratazione sul corpo umano?

La disidratazione diminuisce il volume plasmatico della cellule, l’attività cardiaca, la sudorazione, il flusso ematico cutaneo, la capacità di resistenza.

Anche bere poco o male non fa altro che peggiorare lo stato di salute generale dell’organismo: danneggia i reni, aumenta la ritenzione idrica e peggiora lo stato della cellulite, provoca secchezza della pelle e abbassamento delle difese immunitarie.

Perché bere acqua e mantenersi idratati è così importante?

Dopo aver chiarito quali sono i rischi di una cattiva idratazione, vediamo in breve, perché bere acqua è così importante per la nostra salute:

  • L’acqua favorisce la diuresi e con essa l’eliminazione delle sostanze di rifiuto dall’organismo.
  • Il 75% della massa magra è costituito da acqua, pertanto bere acqua favorisce lo sviluppo muscolare in modo diretto e indiretto.
  • Conferisce forma e rigidità ai tessuti: è evidente anche l’effetto estetico che ha sulla pelle!
  • Favorisce un’adeguata lubrificazione delle articolazioni tramite la produzione di liquido sinoviale.

Consigli per evitare la disidratazione

Più che consigli sono delle vere e proprie regole per rimanere idratati e prevenire la disidratazione:

Bere all’incirca 10 bicchieri d’acqua al giorno

Quanta acqua bere al giorno? Si consiglia di bere in maniera regolare cercando di assumere non meno di 1,5-2,5 litri di acqua naturale al giorno. La quantità d’acqua raccomandata corrisponde in media a quella contenuta in 10 bicchieri da 20 cl.

Tenete presente che il fabbisogno di acqua varia per ognuno di noi e dipende molto dall’attività fisica svolta durante la giornata e da altri fattori come il peso e l’età.

Infatti il consumo di acqua aumenta se praticate sport. L’attività fisica genera calore e per prevenire un innalzamento eccessivo della temperatura corporea l’organismo incrementa il processo di sudorazione. 

Anche durante la gravidanza e l’allattamento il consumo giornaliero raccomandato di acqua può aumentare sino a superare i 3 litri al giorno.

Bere al mattino appena svegli

Bevete sempre al mattino uno o due bicchieri d’acqua. L’acqua bevuta a digiuno stimola l’attività diuretica dei reni e la peristalsi intestinale dopo la lunga pausa notturna.

Se bere a stomaco vuoto appena svegli vi sembra difficile, ricordatevi che tisane e infusi sono un ottimo modo per idratarvi con gusto.

Bere in modo regolare

Bevete regolarmente, anche se non avete sete senza esagerare. La bevanda da prediligere è l’acqua, ma anche altre bevande analcoliche come latte, centrifugati e spremute (evitate i succhi di frutta confezionati con zuccheri aggiunti), bevute nel corso della giornata, aiutano a soddisfare il fabbisogno giornaliero di fluidi e a mantenere un buon bilancio idrico (dipende dal mantenimento dell’equilibrio tra il volume d’acqua in entrata e quello in uscita dall’organismo).

Mangiare cibi ricchi di acqua

Prediligete nella vostra dieta cibi sani composti principalmente da acqua come frutta e verdura: contribuiranno alla vostra idratazione complessiva. Evitate invece succhi di frutta confezionati, vino, birra o bibite gassate e zuccherate che non fanno bene all’organismo e innalzano bruscamente la glicemia.

Indossare indumenti traspiranti

Quando praticate sport utilizzate vestiti traspiranti, in modo da non aumentare eccessivamente la sudorazione, che porta alla perdita di liquidi.

Evitate di utilizzare prodotti che sfruttano il sistema della sudorazione per indurre una momentanea perdita di peso. In questo articolo spieghiamo perché le fasce e le guaine “snellenti” non sono efficaci per ridurre il grasso corporeo e possono rappresentare un pericolo per la salute di chi le indossa.

Approfitta della lezione di prova Gratuita. Allenati a domicilio, al parco o in videoconferenza su skype o zoom! Gli allenamenti saranno sempre diversi, stimolanti e divertenti! 

Visita il nuovo sito https://personaltrainerdomiciliomilano.it/

Scrivici o chiama il numero 3290410103 (anche Whatsapp).